Home » La Virgilio alla Fase regionale di canottaggio con due equipaggi: maschile e femminile

La Virgilio alla Fase regionale di canottaggio con due equipaggi: maschile e femminile

La Virgilio, sponsorizzata FANTIGRAFICA, è di nuovo presente fra le scuole lombarde impegnate nello sport. Dopo essersi piazzata al nono posto nella classifica nazionale del remoergometro,la scuola guidata dalla dottoressa Annamaria Fiorentini, come sempre sensibile e attenta alle molteplici e variegate proposte delle sue infaticabili docenti di Educazione Fisica Maria Luisa Aimi, Claudia Sardi e Margherita Rodope,  ha rappresentato   la provincia di Cremona alla fase regionale di canottaggio che si è svolta presso il lago di Corgeno (Varese)  con due equipaggi, maschile e femminile. Il tutto è stato possibile grazie alla generosa disponibilità della società Canottieri Leonida Bissolati che ha fornito  l’imbarcazione, il trasporto e il contributo dei suoi tecnici Giorgio Rigoni e  Pietro Nicola Bonetta, fisicamente presenti alla regata, e Gigi Arrigoni anima dell’iniziativa e in costante contatto dal raduno della nazionale, e delle Canottieri Flora e Baldesio.

Le prime a scendere in acqua sono state le ragazze: Giorgia Arata, Raluca Monica Gherca, Martina Di Odoardo e Victoria Ardigò. Con una partenza perentoria il quattro di coppia della Virgilio si posizionava saldamente in testa al gruppo della batteria di qualificazione. Superata ampiamente la metà della gara però un banale incidente di percorso costringeva le brave atlete cremonesi al ritiro, perdendo così la possibilità di disputare una finale pomeridiana che senza dubbio le avrebbe viste protagoniste. Nello sport gli imprevisti capitano e le delusioni che ne derivano fanno parte della crescita umana e sportiva . Sarà per l’anno prossimo.

L’equipaggio maschile, con tre canottieri su quattro classe 2005, formato da Matteo Fogazzi, Matteo Lusiardi, Ernesto Seminara e Riccardo Basha, conquistava agevolmente la finale dimostrando una sicurezza davvero notevole per ragazzi così giovani e per di più non abituati a remare insieme. Da sottolineare inoltre che la Virgilio solo pochi giorni prima era stata obbligata a rinunciare a un alunno che è anche  uno dei canottieri più promettenti  del momento, Davide Villa in forza alla Bissolati, a causa di un infortunio che lo terrà purtroppo lontano dalle gare di questo avvio di stagione. Anche nella finale la barca della Virgilio  dimostrava  grande carattere e maturità agonistica lottando dall’inizio alla conclusione  e  perdendo il secondo posto solo al fotofinish. Con tre quarti dell’equipaggio che il prossimo anno frequenterà  la  classe terza , si tratta di una consistente soddisfazione attuale che si trasformerà in una concreta promessa per il futuro.

Molto suggestiva la cornice del campo di gara, con i prati delle sponde del lago di Corgeno degradanti verso l’acqua popolate da un elevatissimo numero di giovani  giovanissimi canottieri provenienti dalle scuole secondarie di primo e secondo grado delle province che si affacciano sui vari laghi del nord della Lombardia: per chi ha a disposizione un lago o un fiume dovrebbe essere normale sfruttare la natura circostante. Così come le Alpi per le province del Trentino o della Valle d’Aosta devono costituire una risorsa,  per una provincia padana come la nostra  il Po è sempre stato e dovrà continuare a essere  la realtà  che il lavoro quotidiano delle  gloriose società Canottieri di Cremona e Casalmaggiore ha saputo utilizzare per formare atleti e campioni di levatura mondiale. In quest’ottica la scuola deve assumere il compito di far amare ciò che abbiamo a portata di mano facendo conoscere e apprezzare quello che la nostra terra offre: è bello pensare che sotto la bandiera della Virgilio le canottieri, fiori all’occhiello dello sport cremonese, hanno superato comprensibili rivalità collaborando fattivamente  per tenere alto il nome di Cremona.

<< Dic 2018 >>
lmmgvsd
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6